Bibliomigra Porta Palazzo

RILEVAZIONE DEL BISOGNO

Torino da sempre propone una duplice faccia all’interno di territori specifici ove vi siano presenze miste di cittadinanza, da una parte gruppi visibili e inseriti in vari processi di integrazione e dall’altra quella del sommerso, caratterizzato dalla recente migrazione e dalle situazioni di povertà consolidate da tempo.

Spesso le fasce deboli presenti anche sul territorio di porta palazzo, non possiedono gli strumenti per accedere all’erogazione di risorse, rimanendone escluse reiterando condizioni di degrado umano e culturale.

Considerare la divulgazione culturale, come strumento di risocializzazione con se stessi e con gli altri, deve essere lo stimolo per l’emergere di nuovi strumenti e nuove metodologie di lavoro sociale che siano in accordo e complementari a ciò che già è avvenuto nel passato.

PROGETTO BIBLIOMIGRA

Voantino Bibliomigra Porta PalazzoIl progetto Bibliomigra è un progetto di lavoro di strada complementare al servizio bibliotecario Urbano e prevede una diffusione di testi e giornali in lingua originale e in italiano sul territorio della circoscrizione VII. Il progetto attivo da tre mesi è il risultato di tre anni di lavoro con la rete di risorse socio educative del territorio.

Il coordinamento offerto dal progetto The Gate è stata la verifica delle potenzialità del territorio ed è risultato ottimo punto di confronto per la stesura e l’orientamento del progetto Bibliomigra.

I destinatari del progetto sono tutti i cittadini senza esclusione: stranieri e italiani che gravitano sul territorio della circoscrizione VII con particolare attenzione per gli adolescenti e le donne.

La piazza del mercato la domencia, completamente sgombra dalle bancarelle tranne quella della Bibliomigra, è luogo di aggregazione per persone di varia nazionalità. Il mercato che spontanemente prende forma nei pressi del Palafuksas è motivo di passaggio e di stanzialità non solo per la comunità Araba torinese. Prime e seconde generazioni di stranieri costiutiscono insieme ai residenti italiani la natura dell’incontrarsi della domencia mattina. I lettori approfittano della presenza della biblioteca soprattutto per la lettura dei quotidiani. Attualmente gli opeatori riescono a ottenere settimanalmente, grazie alla compagnia di autobus Eurolines della linea Italia-Marocco, una copia dei giornali marocchini Hassabah e Mouktabah. La piazza del mercato è anche un ottimo punto per la diffusione di opuscoli di informativa sul Lavoro (informa-lavoro). Negli anni passati il territorio della piazza è stato teatro di iniziative culturali organizzate dall’associazione Arteria e da altre realtà qualil Comitato The Gate che ha svolto con successo le lezioni in lingua di In piazza si Impara, a cui collaborato attivamente la Bibliomigra.

Utenza:

L’utenza è per lo più fatta da uomini arabi adulti, in molti casi vi sono dei bambini attratti dai libri a loro destinati soprattutto in italiano. Quasi nessuna donna Araba. Nei passaggi abbiamo constatato la presenza esigua di Italiani, di Romeni e di cittadini Rom.

La mensa del cottolengo da anni è punto di riferimento per sensa fissa dimora e persone in difficoltà. Nel semestre precedente la Bibliomigra ha affiancato il servizio di mensa offrendo la risorsa culturale libracea presente sulla biblioteca. Non tanto inaspettatamente le persone in attesa del pasto caldo si sono coinvolte nella lettura registrandosi per il prestito gratuito. Come da pregetto da sempre la Bibliomigra vuole dimostrare che le persone materialmente in difficoltà non sono indiferrenti a un discorso culturale se esso viene erogato attraverso modalità alternative alle consuete. Spostare la Bibliomigra nei pressi della mensa ha fatto registrare un’alto incremento nel tesseramento e una buona costanza nella relazione, vincente è stato il lavoro svolto dagli operatori mediatori pari stranieri che hanno mediato permettendo relazioni attive ta utenza e operaori italiani.

Anche in questo punto prestito sono stati distribuiti molti materiali informativi.

Utenza: Molto variegata rispetto alle nazionalità ed eterogenea rispetto al sesso dei lettori.