Bibliomigra – Piazza Crispi

Dopo la conclusione del progetto Fuorilalingua! l’Associazione Arteria ha deciso di proseguire le attività in piazza Crispi, con il patrocinio del comitato Urban Barriera di Milano.

Da settembre 2013 la Bibliomigra apre ogni mercoledì tra le 16.30 e le 18.30, proseguendo con il prestito di libri, giochi e aiuto compiti.

Nel corso dell’anno sono stati organizzati alcuni eventi.

Il 6 novembre 2013 la Bibliomigra ha ospitato lo scambio europeo Citizens of Cityscape – giovani artisti provenienti da Lussemburgo, Polonia, Romania e Italia  anno animato il mercato di Piazza Crispi con musica, performance e giochi. Il progetto è stato ideato dall’Associazione “è”, realizzato grazie al Programma Gioventù in Azione. Durante l’evento e nei giorni successivi alcuni giovani che hanno partecipato allo scambio hanno realizzato dei murales su due pareti della bibliomigra.

Lo scambio internazionale di giovani artisti Citizens of Cityscape organizzato da l’Associazione “è” (IT), ArtSquare (LU), Together Polska (PL) e Asociatia Club Sportiv (RO) nei giorni 2-10 Novembre 2013 sarà costituito dai diversi laboratori urbani. Attraverso il painting, la danza nello spazio urbano, il suono e la musica, il video-mapping, e l’animazione urbana i giovani artisti avranno la possibilità di “immergere nell’atmosfera” di un quartiere urbano – Aurora e Barriera – lavorare insieme sui nuovi temi e idee e riflettere su come l’arte influisce sulla nostra relazione con la città.
Grazie alla collaborazione con diverse associazioni del territorio (Arteria Onlus, progetto SLIP, Cecchi Point, VarianteBunker, Ylda, Yellows) osserveranno il paesaggio urbano di Torino e il contesto locale di arte urbana e avranno la possibilità di riflettere sugli aspetti civici di creatività. Il Weekend dell’Arte Contemporanea a Torino sarà l’occasione di porsi delle domande sul particolare ruolo degli artisti oggi e la responsabilità sociale dell’arte.

 

Nel maggio 2014 la Bibliomigra ha ospitato ogni mercoledì per tre settimane i ragazzi e le ragazze coinvolti nella scuola estiva del progetto Archibar – Atelier Heritage. Una decina di bambini e bambine sono stati coinvolti nelle attività, con giochi e letture. Durante queste giornate gli operatori dell’Associazione Arteria hanno collaborato con una giovane volontaria del Servizio Civile Nazionale presso la biblioteca Cascina Marchesa.

Il percorso dell’atelier è pensato come processo di educazione ai beni culturali, in cui il bambino è un attore protagonista ed un testimone attivo di contesti urbani dimenticati o sconosciuti: infatti, l’atelier diventa un luogo di confronto, soprattutto nei quartieri più multietnici, poiché i piccoli utenti posso farsi testimoni della storia urbana in cui crescono con le famiglie che, invece, sono portatrici di altre culture ed altre storie.

 

Commenti chiusi